• n01
  • n02
  • n03
  • n04
  • n05
  • n06
  • n07
  • n08
  • n09
  • n10
  • n11
  • n12
  • n13
n01 n02 n03 n04 n05 n06 n07 n08 n09 n10 n11 n12 n13
 

MENO MURI E PIU' SINERGIE, PAROLA DEI GIOVANI DEL PRIMO MAGGIO

In 1.200 a Loppiano per l’appuntamento del Primo Maggio, all’apertura della Settimana Mondo Unito.

L’impegno per fermare la guerra, per le popolazioni dell’Ecuador, per la propria città e per l’Italia. RIVEDI LO STREAMING!

 

DA LOPPIANO ALL'ECUADOR

A #primomaggioloppiano si racconterà anche dell'impegno per la ricostruzione in Ecuador, dopo il sisma. Giovani per un Mondo Unito da tutto il mondo stanno raggiungendo Quito per l'evento centrale della Settimana Mondo Unito che prende il via domenica prossima e di cui l'evento nella cittadella è parte.

A Loppiano racconteremo storie di giovani ecuadoriani e di tutto il mondo impegnati a ridar vita e speranza ad un popolo. Ecco cosa succederà dall'1 all'8 maggio in Ecuador.

 

#PRIMOMAGGIOLOPPIANO IN STREAMING

Chi non potrà venire al Festival dei giovani il primo maggio prossimo, avrà la possibilità di seguire il programma del mattino in streaming (GUARDA QUI). A partire dalle 10.00 balli, coreografie e musica per un'ora.

Poi si parla di "Flow": la corrente di fraternità che sta invadendo il mondo. A piccoli passi, ma inesorabilmente. In allegato il "manuale di sopravvivenza" dell'evento.

13/04/2016 

VIENI AL PRIMO MAGGIO? PARTECIPA ALL'OPEN DAY IUS

Se sei a Loppiano già dal 30 aprile prossimo, l'Istituto Universitario Sophia apre le porte per l'Open Day, una giornata informativa in cui frequentare lo IUS e conoscerne programmi, studenti e docenti e lo stile di vita accademico.
 
01/04/2016 

PRIMO MAGGIO 2016

Arriva "FLOW", la corrente dei Giovani per un Mondo unito che raccoglie e diffonde azioni di fraternità. Inizia ora. Inizia dove sei.
 
01/04/2016 

FLOW. Inizia dove sei

Il programma della manifestazione e tutte le info per iscriversi e partecipare!
 
14/03/2016 

Issa, che in arabo significa "Gesù"

A Loppiano da cinque anni, è appena tornato dal confine sloveno, dove ha lavorato come medico in uno dei campi profughi gestito da Medici Senza Frontiere.
 
14/03/2016 

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/9

Continua lo scambio di ricordi ed esperienze tra ‘pionieri’: "Eravamo brasiliani, belgi, olandesi, svizzeri, francesi, argentini".… Ancor oggi circolano racconti comici, fatti realmente accaduti passati alla storia della cittadella. Eccone un esempio: un tedesco e un brasiliano dormivano nella stessa stanza...
 
ALLE RADICI DI LOPPIANO
14/03/2016

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/9

Continua lo scambio di ricordi ed esperienze tra ‘pionieri’: "Eravamo brasiliani, belgi, olandesi, svizzeri, francesi, argentini".… Ancor oggi circolano racconti comici, fatti realmente accaduti passati alla storia della cittadella. Eccone un esempio: un tedesco e un brasiliano dormivano nella stessa stanza...

11/02/2016

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/8

E uno stivale mi si affondò nel fango…

Inverno del 1964. L’esperienza di un giovane francese, giunto a Loppiano alla ricerca della verità.

16/02/2016

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/7

L’operazione Loppiano

Ma tutta ’sta roba, quant’è costata? C’è poco da fare, la domanda ti viene spontanea appena arrivi su, e sbuchi dall’ultimo tornante nell’altopiano di San Vito…”

16/02/2016

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/6

La parola ai pionieri - Conclusi i festeggiamenti per il 50°, continuiamo a sfogliare pagine di storia della cittadella, dando voce ai protagonisti della prima ora.

11/02/2015

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/5
L'alluvione a Loppiano

Quella stessa mattina, durante la messa, s’erano accostati tutti alla comunione, e don Angelo Dragoni, il parroco di San Vito Martire, che non aveva mai visto tante persone insieme nella sua chiesa, e tutti uomini per giunta, credette di toccare il cielo con un dito.

09/02/2015

ALLE RADICI DELLA MARIAPOLI/4
Sventato pericolo

Ma torniamo ancora al primo giorno. Il quale doveva concludersi avendo nuovamente le luci a protagoniste d’un altro incidente. Mentre infatti un gruppo degli appena arrivati era stato totalmente impegnato, da mane a sera, nell’«operazione spennaggio pollame»