Gesù Bambino nella Theotokos

«Viviamo solo per accoglierti!»

Ecco quel che ci auguriamo e vi auguriamo per questo Natale 2019: che Gesù nasca e rinasca sempre in mezzo a noi, "per comporre sulla terra la città nuova, la città di Dio", come scrive Chiara Lubich in questo testo estratto dal libro «Colloqui con i Gen», edito da Città Nuova. Buon Natale da tutti noi!

«Noi cristiani abbiamo un potere, se vogliamo, sconosciuto a molti: al seguito, e sull'esempio di Maria possiamo dare spiritualmente alla luce, nel cuore della società, Cristo Gesù. Lui l'ha detto. E a Lui crediamo. Il mezzo è il nostro cuore o meglio l'amore cristiano reciproco che, se ha i requisiti richiesti da Gesù, porta di conseguenza, la dolcissima, meravigliosa realtà della nostra fede: "lo sono in mezzo ad essi".

Ed i requisiti in fondo non sono troppi, ma nemmeno pochi, perché Dio vuole la nostra unità sempre accesa. Se questa c'è, anche nella stalla in cui alle volte è ridotta la nostra società, se noi ci amiamo, Cristo è in mezzo a noi: ed il Natale si perpetua, si moltiplica. E dove c'è un Natale c'è Maria e Gesù. Noi uniti dobbiamo insieme ripetere il mistero di Maria che dona Cristo: Cristo in mezzo a noi per miracolo divino. E tu, Gesù, vieni tra noi, resta fra noi. Una volta i tuoi non ti ricevettero. Noi vorremmo, per quanto ci è possibile, rimediare. Viviamo solo per accoglierti, per averti, per essere non noi, ma Te; per aiutarti a comporre sulla terra la città nuova, la città di Dio».

(da « Colloqui con i Gen ", Città Nuova Ed.)