CAPODANNO A LOPPIANO: UN SEGNO DI SPERANZA

Un nuovo anno che inizia con la musica, il canto e la festa ma che porta con sé una carica di energia e speranza per un mondo di vera fraternità.

Un segno di speranza, una festa divenuta esperienza, una condivisione di fraternità: è stato questo il capodanno a Loppiano che ha salutato l'inizio del 2018.

Un nuovo anno aperto con lo speciale concerto "ONE WORLD CONCERT" curato e creato dal maestro Sandro Crippa che da anni lavora ed abita nella cittadella.

Un concerto di altro profilo con professionisti e giovani talenti provenienti da tutta Italia, e non solo, amici del maestro.

Con loro abbiamo dato vita a questo momento con musica di contenuto – ha sottolineato Crippa – che parla di speranza, pace e fratellanza”. Un momento importante nato dalla passione per la musica, la condivisione e la volontà di un progetto che abbina peculiarità musicali di molteplici popoli e culture. “Ma non solo – ha proseguito Crippa – perché alcuni degli artisti che oggi hanno partecipato all’evento vengono dalla pregressa esperienza del GenFest di Budapest dove hanno consolidato la loro vocazione alla musica”.

Un nuovo anno che inizia con la musica, il canto e la festa ma che porta con sé una carica di energia e speranza per un mondo di vera fraternità.

È questa l'’esperienza che si è vissuta a Loppiano nei tre giorni di Workshop guidati dal Gen Verde e voluti dai giovani della cittadella: un lavoro culminato con il "ONE WORLD CELEBRACION”" andato in scena presso l’'Auditorium di Loppiano la sera del 31 dicembre.

Oltre 200 i giovani provenienti da tutta la penisola che hanno partecipato e contribuito a questo momento vivendo dall'Interno una vera esperienza di mondo unito attraverso percussioni, canto, teatro e danza (VEDI VIDEO).

Un insieme di persone che hanno condiviso e non subito una vera full immersion in quello che potremmo definire un diverso stile di vita. Nei due giorni di preparazione sono state molte le attività svolte e gli ospiti giunti a Loppiano, come ad esempio i circa cento giovani venuti dalla parrocchia di Cernusco sul Naviglio (Milano) per conoscere da vicino la cittadella. Un momento al difuori della festa che ha coinvolto i ragazzi grazie ad una lezione tenuta dal prof. Antonio Maria Baggio, assieme a due studentesse dell’Istituto Universitario Sophia, che hanno parlato della “fraternità universale”, della sua realizzazione e delle sue tracce nella storia. Anche il tema dell’'Economia di Comunione ha trovato il suo spazio con la testimonianza di una studentessa genovese di Sophia che ha spiegato ai giovani come sia stato possibile, grazie alla sua esperienza di studi, poter comprendere un nuovo modo di fare economia.

Un'esperienza a 360 gradi, insomma, rivolta ai giovani ed alle loro speranze e sete di giustizia. I partecipanti al Workshop hanno invece visto l’'accoglienza del Gen Verde e degli abitanti di Loppiano che nel contesto della visita alla cittadella hanno portato e raccontato la loro testimonianza di vita. L'arrivo dei giovani si è quindi concluso con un video di Chiara Lubich dove si evidenziava l'’importanza della regola d'’oro per una vera condivisione di fraternità: «Fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te». È così che è stato possibile vivere e condividere in modo naturale e spontaneo la vita della cittadella e la volontà che la anima.

I giovani di Loppiano hanno voluto e desiderato coinvolgere tutti in questa esperienza di condivisione nella quale hanno riscoperto che le differenze non sono un ostacolo ma un arricchimento reciproco: "“un lavoro bellissimo - ci racconta Sara Yaghmoutiar dalla Giordania - dove abbiamo sperimentato nuovi rapporti e modi di stare assieme condividendo le nostre esperienze con giovani provenienti da varie parti del mondo”". Un contesto decisamente rinnovato in ogni momento "che dimostra come si possa fare un capodanno diverso, dove ho fatto cose che in altre occasioni o altri contesti - ha sottolineato Sebastian Coloman del Cile - non avrei mai fatto. In questa circostanza ho lasciato il mio io per essere un tutt’uno con gli altri”". "“Mi sono davvero divertito a Loppiano"”  ha spiegato Matteo da La Spezia mentre Elena di Imola ha puntualizzato “"che qui ho conosciuto persone nuove con le quali ho vissuto un vero momento di armonia”". Per Anna, Francesca e Chiara da Bassano è stata "“impressionante la carica di energia ed il finale dello spettacolo con quelle bellissime bandiere dei vari paesi del mondo" ma anche tutto il contesto ha fatto la sua parte come hanno spiegato alcune ragazze di Tezze sul Brenta che a Loppiano “"hanno trovato una particolare accoglienza dove tutti sorridevano, salutavano nonostante non ci fossimo mai visti. E poi il lavoro con dei veri professionisti dello spettacolo che è stato davvero una esperienza appagante e carica di energia”".

Anche il Gen Verde che ha lavorato con particolare attenzione per questo appuntamento ha ritrovato un momento “"di ricarica vicendevole - ha spiegato Vet, componente del gruppo -– poiché ritrovarsi assieme diventa sempre una nuova esperienza condivisa con i giovani che sempre ti trasmettono qualcosa"”. Ognuno porta con se emozioni, conoscenze, sensazioni ed idee “"che in questa circostanza sono diventate un dono per ognuno - ha proseguito - –dove tutti abbiamo collaborato per creare questo momento nel quale non abbiamo mai sentito barriere di lingua e cultura”".

È il noi che diventa io “"perché da questo si comprende l’'altro, il fratello vicino e tutti uniti possiamo lavorare per gettare quel seme di speranza -– ha sottolineato Vet -– che i giovani mi hanno e ci hanno trasmesso”".

Ed è nel segno di questa parola, Speranza, che il 2018 viene salutato dalla cittadella del Movimento dei Focolari.

Una speranza per un futuro di pace, di solidarietà e di vera umanità. Una speranza che vede, alla luce del Vangelo, uno stile di vita sempre rinnovato che nella condivisione vera con l'altro diviene esperienza di una fede realmente vissuta.

Antonio Degl'innocenti

Guarda le foto di "ONE WORLD CELEBRACION": Workshop e festa conil Gen verde del 31 Dicembre

Guarda le foto di "ONE WORLD CONCERT": Concerto di Capodanno

Rivedi lo Streaming di "ONE WORLD CONCERT"