Chiara Lubich e Klaus Hemmerle

Filosofia e Teologia in gioco seguendo le tracce di Klaus Hemmerle

Il 27 aprile 2018, presso l'Aula Magna dell'Istituto Universitario Sophia, si svolgerà una giornata di studio dedicata alla figura del filosofo, teologo e vescovo Klaus Hemmerle.

«Teologia senza filosofia non è teologia. O la teologia riflette sulle sue implicazioni filosofiche o è soggetta ad esse, senza coglierle. Solo quando la filosofia si rende per se stessa libera e al contempo include nel suo esser proprio, il suo esser teologia, la teologia risponde all'esigenza della parola di Dio, che si avventura nel dire e domandare umano e lo assume». Klaus Hemmerle, Il problematico rapporto tra filosofia e teologia

S'intitola "Filosofia e teologia in gioco, seguendo le tracce di Klaus Hemmerle" la Giornata di Studio dal respiro internazionale organizzata dall'Istituto Universitario Sophia (I.U.S.) per il prossimo 27 aprile 2018, con inizio alle ore 9.00 presso l'Aula Magna, aperta a ricercatori, studenti e a tutti gli interessati.

La giornata ruota intorno alla figura del filosofo, teologo e vescovo  Klaus Hemmerle (1929 Friburgo i. Br - 1994 Aquisgrana), ed è promossa dal Dipartimento di Ontologia Trinitaria dell'Istituto Universitario Sophia che, ispirandosi anche al suo pensiero, vuole offrire un'occasione di dialogo e approfondimento sulla relazione tra filosofia e teologia, centrale nel pensiero hemmerliano e oggi decisiva per discernere con sguardo nuovo le domande e le questioni fondamentali che interpellano la persona e la società.

"Quella di Hemmerle è la storia di uno straordinario apporto a un pensare profetico - afferma il Preside di Sophia, Piero Coda - egli infatti è andato incontro agli uomini e alle donne del suo tempo con il contributo di una feconda riflessione teorica, ma anche con coraggiose scelte quotidiane di attenzione concreta verso quanti vivevano accanto a lui, ai margini della città".

Significativo il ricordo di Hemmerle tracciato in un'intervista del 1999 da Chiara Lubich: «Erano molti i doni che possedeva e irradiava ... la sublime delicatezza d'animo, la libertà di spirito, l'intelligenza profonda e illuminata, l'umore sempre uguale, l'ardore senza timore di esagerare".

Alla giornata interverranno: A. Vincenzo Zani, Congregazione per l'Educazione Cattolica; Emilio Baccarini, Università Tor Vergata-Roma; Piero Coda, Preside dello I.U.S.; Markus Enders, Universität Freiburg i.Br.; Wilfried Hagemann, ZSP Ottmaring; Bernhard Körner, Universität Graz; Stefano Mazzer, Università Salesiana-Torino; Franz Siedelmeier, Universität Augsburg.

Nel pomeriggio si darà voce alla presentazione del recente volume di M. Benedetta Curi "Pensare dall'unità. Franz Rosenzweig e Klaus Hemmerle" (Città Nuova, 2017), frutto della ricerca dottorale dell'autrice svolta presso lo I.U.S. e di alcuni percorsi e progetti di giovani ricercatori.

Concluderà la Giornata la prima in Italia del film "Il cielo tra noi - Klaus Hemmerle", (2017) del regista Winfried Baetz-Braunias.

Sul www.sophiauniversity.org è possibile consultare il programma e le modalità di iscrizione alla giornata.