Fontem

PRESENTATO IL DOCU-FILM "INSIEME PER FONTEM"

IL 16 maggio scorso Unicoop Firenze e la fondazione "Il Cuore si scioglie" hanno raccontato cinquant'anni dei Focolari a Fontem, in Camerun in un documento-film realizzato dal regista Niccolò Di Vito.

"Nel 1966 Dio ha visitato il popolo Bangwa". Suona così un passaggio del messaggio letto da mons. Andrew Nkea, vescovo di Mamfe (Camerun) lo scorso anno al momento dell'apertura nel 2016 dell'anno giubilare di ringraziamento a Dio per l'arrivo dei Focolari tra il popolo Bangwa. Prosegue così: "Hanno vissuto il patto dell’amore scambievole con il popolo Bangwa e insegnato la spiritualità dell’unità e la fraternità universale […] Hanno ridotto la mortalità infantile dal 90% a praticamente lo zero; hanno lavorato duramente per eliminare la mortifera mosca Tsetse che faceva di Fontem una valle di morte; migliaia di persone non avrebbero avuto una buona formazione scolastica senza di loro; hanno messo alla portata di tutti buone condizioni sanitarie […] Ora è il momento di celebrare l’amore di Dio per tutto il popolo di Lebialem".

Rispondere all’emergenza in cui si trovava allora il popolo Bangwa diventò una priorità per tutto il Movimento dei Focolari. Chiara Lubich, la fondatrice, vi fece la prima visita nello stesso anno, accolta con grande festa dal re, il Fon Defang, dai notabili e da tutto il popolo. Vi ritornerà altre due volte. Nel maggio 2000 così si rivolge ai Bangwa radunati nella grande spianata davanti al palazzo del Fon: "Non mi sento di staccarmi da voi senza avere fatto un patto solenne. Un patto d’amore vicendevole, forte e vincolante. È come una specie di giuramento, in cui ci impegniamo ad essere sempre nella piena pace fra noi e a ricomporla ogni volta si fosse incrinata".

Risale al 1966 l’arrivo dei primi focolarini medici a Fontem. L'anno scorso tutto il popolo Bangwa ha festeggiato il giubileo di questa presenza che ha segnato anche la rinascita per quella terra.

Domani alle 21.00 all'Auditorium di Loppiano avremo la possibilità di rivivere la storia e molte storie di questi 50 anni di strada di un popolo che da una condizione di rischo di estinzione è passato ad essere faro, esempio e testimone di collaborazione, fraternità, reciprcità per tutto il mondo. Il docu-film "Insieme per Fontem - il Movimento dei Focolari a Fontem, 50 anni di collaborazione e speranza" del regista Niccolò Di Vito presenterà volti e immagini di un popolo che è diventato un modello di sviluppo e dialogo nel cuore dell'Africa.  (IN ALLEGATO L'INVITO)

Da anni, in Camerun, la Fondazione Il Cuore si scioglie sostiene il Movimento dei Focolari che è impegnato nei settori della sanità e della scolarizzazione, gestendo l’'ospedale Mary Helth of Africa e il College preuniversitario “Our Lady, Seat of Wisdom”.

 E dal 2006 alcune scuole toscane hanno stretto un rapporto di gemellaggio con il College “Our Lady, Seat of Wisdom” di Fontem, in Camerun. Nel 2014 le classi IV IS e IV HS del Liceo Scientifico Copernico di Prato e un gruppo di studenti del triennio dell’ITSE Capitini di Agliana si sono recati in Camerun. Lì, insieme agli studenti di Fontem, hanno portato il proprio aiuto ai bambini di Besalì, villaggio della foresta equatoriale. Negli anni successivi i viaggi sono proseguiti con altre scuole. I temi al centro di questo progetto sono quelli della cooperazione, della globalizzazione e della solidarietà tra i popoli. I partecipanti hanno avuto modo di affrontarli anche grazie ad un confronto con la stampa locale e le comunità del posto.