s
Ugo Amaldi, fisico, riceve il premio Renata Borlone 2006

Premio Renata Borlone 2006 allo scienziato Ugo Amaldi

Il premio è stato istituito dall’Associazione Renata Borlone e dal Centro Studi del Movimento dei Focolari, in coincidenza con l’inizio della causa di beatificazione di Renata.

Domenica 26 febbraio il prof. Ugo Amaldi ha ricevuto a Loppiano il premio “Renata Borlone, donna in dialogo” per la sua figura di scienziato e uomo” che si è adoperato per “ricomporre la scissione fra scienza, umanesimo e visione trascendentale”. Il premio è stato istituito dall’Associazione Renata Borlone e dal Centro Studi del Movimento dei Focolari, in coincidenza con l’inizio della causa di beatificazione di Renata. Durante la sua ricca carriera scientifica nel campo della fisica delle particelle, Amaldi ha sempre custodito e coltivato in sé la tensione al trascendente che caratterizza ogni autentico sapere, ha curato la formazione scientifica e morale delle giovani generazioni, e dimostrato la capacità di coniugare ricerca fondamentale e applicazioni pratiche delle radiazioni nell’ambito della fisica medica, a beneficio della salute di uomini e donne. Fino alla sua ultima grande realizzazione: il Centro europeo per l’adroterapia, in corso di costruzione a Pavia, che permetterà di trattare tumori altrimenti incurabili, bombardandoli con fasci di particelle nucleari accelerate (ioni carbonio).