“Sia fatta”.Lo ripeteva sempre, riferendosi alla Volontà di Dio, Victoria Tumusiime, focolarina dell’Uganda, di cui ricorrono i 20 anni dalla partenza per il Cielo.

Victoria era nata il 1 marzo 1962 a Nyamwegabira, un villaggio del sud-ovest dell’Uganda, in una famiglia cristiana, molto unita e gioiosa, come lei stessa la definiva. Era la quarta di sei fratelli. Ricorda di essere sempre stata circondata da tanto affetto. Dopo un primo contatto con la spiritualità dei focolari, attraverso Padre Emilio Tanel, un missionario comboniano che aveva conosciuto Chiara Lubich a Trento, nel ‘76, partecipando ad un incontro del Movimento con altri ragazzi Victoria ebbe l’impatto decisivo. Ricorderà per sempre le parole scritte sulle pareti di quella sala: ‘Che importa? Amare Dio importa!’. “E così – racconta – sono ritornata a casa decisa a mettere Dio al primo posto amandolo, ed amando per Lui ogni fratello”. 

Share This