In questa e altre news, tutte le info e il programma dell’appuntamento. Tra le novità della manifestazione, la prima Expo delle azioni di fraternità dei Giovani per un Mondo Unito all’’attivo in tante città d’Italia e collegamenti in diretta con i giovani di Gerusalemme (Israele), Mumbai (India) e Budapest (Ungheria). Attesi 3.000 giovani.

Aurora Bottacci e Luca Filisetti a nome del comitato organizzatore spiegano così il significato dell’evento: “Il messaggio che vogliamo dare è semplice e impegnativo allo stesso tempo: per compiere grandi gesti di pace, riconciliazione, perdono che coinvolgano gruppi, popoli o nazioni, occorre partire da noi stessi e gettare un ponte verso chi ci sta accanto, poi il cerchio s’allarga. Non è impossibile, basta cominciare”.

Quest’anno il Meeting del 1° maggio conclude un anno di particolare impegno per i giovani dei Focolari, iniziato nell’agosto scorso con il Genfest di Budapest, manifestazione internazionale che ha raccolto oltre 12.000 giovani dai cinque continenti e che ha lanciato a tutti la sfida a costruire ponti di pace, solidarietà, aiuto concreto  e un progetto mondiale, il United World Project, che raccoglie iniziative di fraternità su piccola o vasta scala: dall’impegno nel proprio quartiere all’aiuto per una catastrofe naturale, dalle opere sociali, ai piccoli interventi che ognuno può attuare sul suo territorio.

Le ultime su Crossin’ the Bridge le trovi qui: www.1may2013.it – www.facebook.com/crossinthebridge

Share This