Vive a Loppiano, è cinese, scultore e conosce l’’arte del dialogo. La sua ultima opera è un grande volto che si erge su uno sfondo di alberi.

Più che una scultura, sembra un disegno tridimensionale fatto di linee dove predominano i vuoti, e per questo si fonde quasi con la natura circostante, di cui sembra rappresentare l’anima.

Lau Kwok Hung ha realizzato all’aperto questa ed altre sculture. Ma il suo vero laboratorio ha sede a Loppiano, la cittadella dei Focolari, dove ho modo di ammirare le sue originali creazioni nate dalla fiamma ossidrica a contatto con verghette di metallo. Ed è proprio lì che m’intrattengo con l’amico.

Share This