Con gennaio 2022, dalla cittadella di Loppiano è partita la diffusione di due programmi radiofonici scaricabili (podcast) direttamente sul cellulare, che possono contribuire ad approfondire e vivere la spiritualità dei Focolari. Si tratta di “Parola di Vita” e “Gocce di luce”. Ne è autore Maffino Redi Maghenzani, cittadino di Loppiano e artista poliedrico. Lo abbiamo intervistato per saperne di più su queste due nuove iniziative.

 

Redi, cominciamo con “Gocce di luce”, che è un’idea inedita. Puoi dirci di cosa tratta questo programma radiofonico?

“Gocce di luce” è un programma mensile che vuole offrire ai radioascoltatori piccoli brani, “gocce” appunto, tratti dai discorsi che Chiara Lubich ha tenuto nelle più diverse occasioni. Grazie al Centro Chiara Lubich e al Centro Santa Chiara Audiovisivi, abbiamo potuto utilizzare le incisioni audio originali, i cui testi la casa editrice Città Nuova ha raccolto e pubblicato in un volume dal titolo “Discorsi in ambito civile ed ecclesiale”. Di mese in mese, sfoglieremo, radiofonicamente, con la voce stessa di Chiara, questo libro, e i suoi contenuti.

Come è nata l’idea?

Da tre anni collaboro, con altri cittadini di Loppiano, a una trasmissione per Radio Mater, radio cattolica ecclesiale, e durante la pausa musicale di un programma, qualche mese fa, uno dei redattori di Lecco (Radio Mater ha la sua sede là) mi ha chiesto come mai la voce di Chiara Lubich si sentiva solo raramente nelle radio, sia nazionali, che locali. Da questa domanda è nata la scintilla, l’idea di creare qualcosa di utile.

Come avviene la diffusione?

I canali sono vari. 15 sono le radio coinvolte attualmente a livello nazionale. Ma lasciamo alla libera iniziativa dei nostri radioascoltatori di prendere contatto, nelle diverse città italiane, con le radio locali, a cui possono proporre sia “Gocce di luce” che la “Parola di vita”. Poi, presto, sul sito della cittadella di Loppiano sarà disponibile una pagina dedicata a questi due podcast. Su quello del Movimento dei Focolari in Italia sono già presenti.

 

Redi

Redi, hai accennato alla Parola di Vita… possiamo dire che la versione radiofonica della Parola di Vita non è una vera novità?

Se il programma “Gocce di luce” nasce adesso, in questo primo mese del 2022, la prima versione radiofonica della “Parola di vita” risale al 1998 a Verona, sede di Radio Telepace, quando abbiamo iniziato una trasmissione per la diffusione della Parola di Vita con testimonianze. Da allora sono trascorsi 24 anni di collaborazione, per un totale di 277 trasmissioni.

Come è invece nata la versione per il web della Parola di Vita?

È nata dalla spontanea collaborazione di tre amici, Pasquale Bernardi di Noale (Venezia), Anna Lollo di Tindari (Messina) e don Placido D’Omina. Anna predispone le immagini, Pasquale le trasforma in video, mentre ricavano la traccia della mia voce dal programma radio. Il video, in Italia, oltre a trovarlo su YouTube, è trasmesso anche da alcune televisioni locali.

Il servizio di Anna, Pasquale e don Placido si è ora moltiplicato, perché, grazie a loro, il filmato arriva in diverse zone del mondo (Vietnam, Filippine, Croazia, Bulgaria, Indonesia, Brasile, Corea, Belgio, Germania, Giappone…). Sul posto, cambiano soltanto la lingua.

Allora, grazie Redi, e buon 2022 con i podcast “Gocce di luce” e  “Parola di vita”!

“Gocce di luce”

“Parola di vita” di gennaio 2022 

 

Share This